< Torna alla categoria

Un ricordo di padre Garbolino

Il viandante09 Ottobre 2020
Testo dell'audio

Padre Giovanni Garbolino (1913-2000) è stato un Missionario della Consolata ed è conosciuto specialmente per essere stato l’assistente spirituale della figlia di Stalin. Ho conosciuto padre Garbolino al tempo in cui suonavo l’organo nella Basilica di san Pietro. Egli aveva ideato le veglie eucaristico mariane, incontri di preghiera che andavano avanti per tutta la notte. Gli serviva un organista, e io accettai, anche perché queste veglie si svolgevano nella Basilica di San Crisogono in Trastevere, a 10 minuti da dove io vivo. Certo, non nascondo che era faticoso stare sveglio tutta la notte a suonare per queste veglie, ma ero affascinato dal fervore autentico del padre Garbolino, un fervore che veniva da una fede intensamente vissuta. Poi, con lui, ci fu anche una bella confidenza, visto che tutti e due eravamo vicini al padre passionista Enrico Zoffoli, di cui lui era amico e io studente.

Il padre Garbolino era già anziano quando io l’ho conosciuto, ma sono sempre rimasto affascinato da lui per la sua semplicità, quasi fanciullezza. Mi veniva in mente quello che diceva Gesù: se non sarete come bambini… Era un sacerdote che amava intensamente la Chiesa, amava l’eucaristia e la beata vergine Maria. Era un sacerdote di quelli che vorremmo sempre incontrare nella nostra vita, per ravvivare la nostra fede e la nostra devozione.

Da Facebook