< Torna alla categoria

Accanimento “clinico” sui bambini: cosa dice la mozione del Comitato Nazionale per la Bioetica?

Diario di bioetica18 Febbraio 2020
Testo dell'audio

La mozione del 30 Gennaio del Comitato Nazionale per la Bioetica dal titolo “Accanimento clinico o ostinazione irragionevole dei trattamenti sui bambini piccoli con limitate aspettative di vita” riflette, in un modo che ci è sembrato piuttosto superficiale nei contenuti e impreciso nel linguaggio, sul delicatissimo tema dell’accanimento terapeutico sui bambini. Rilevando due problemi che il clinico si trova a dover gestire frequentemente in ambito pediatrico, ovvero le incalzanti richieste dei genitori e le istanze della cosiddetta “medicina difensiva”, il documento raccomanda l’identificazione di parametri il più possibile oggettivi nel superiore interesse del bambino (best interest) e in relazione alla cura e alla sua “qualità di vita, intesa come benessere”. In questa puntata, ripercorriamo brevemente il documento, riflettendo su alcuni passaggi di esso sia dal punto di vista clinico sia dal punto di vista bioetico.

Da Facebook