< Torna alla categoria

Il Battesimo

Spiritualità06 Ottobre 2018
Testo dell'audio

Guardiamo prima la forma, poi la necessità, ed in fine gli effetti, di questo grande ed iniziale sacramento.

 

I La Forma del Battesimo

Il battesimo consiste essenzialmente nel versare l’acqua su una persona vivente, dicendo allo stesso tempo la formula Trinitaria: Ego te baptizo in nomine Patris, et Filii, et Spiritus Sancti, o l’equivalente nella lingua volgare. Il ministro ordinario è il sacerdote, ma qualsiasi persona lo può validamente amministrare, purché, battezzando, vuole fare ciò che fa la Chiesa.

Oltre al battesimo di acqua ci sono due altri tipi di battesimo: il battesimo di desiderio, ed il battesimo di sangue.

Chi già possiede la Fede e vuole essere battezzato, come qualcuno che si sta formando nella catechesi, ma poi muore prima, riceve il battesimo di desiderio; chi possiede la Fede e viene messo a morte per Gesù Cristo e la Sua religione, riceve il battesimo di sangue. Per questo la Chiesa solennizza il martirio dei bambini messi a morte da Erode, e ne celebra la Festa sotto il titolo dei Santi Innocenti il 28 dicembre.

 

II La Necessità del Battesimo

Poiché Adamo ed Eva hanno peccato come rappresentanti di tutto il genere umano, la macchia del loro peccato, il Peccato Originale, è stata trasmessa a tutti i loro discendenti (tranne la beatissima Vergine Maria e nostro Signore Gesù Cristo). Questa macchia porta con sé la punizione per il Peccato Originale, cioè la morte eterna. Il battesimo è necessario per tutti, perché è l’unico modo di lavare e purificare l’anima da questa macchia.

Il concilio di Trento dichiara dogmaticamente: “Se qualcuno dice che il battesimo sia libero, cioè non necessario per la salvezza: Anathema sit” (S.VII, Can. 5). Il passo più chiaro della Santa Scrittura che esprime questa verità è la parola del Signore a Nicodemo (Gv. 3): “Chi non rinascerà dall’acqua e dallo Spirito Santo non può entrare nel regno di Dio.

Ciò significa che non c’è un’altra via di salvezza: che nessun’altra religione ci può salvare, che neanche una vita secondo la retta coscienza ci può di per sé stessa salvare? Sì, questo è il significato del dogma cattolico sul battesimo. Bisogna affidarci alla Fede ed alla logica, non ai sentimenti, alle emozioni, o ai falsi profeti di ieri o di oggi.

Ma si potrebbe obiettare che non corrisponde alla giustizia né alla misericordia di Dio il fatto che solo i battezzati vengano salvati. Per rispondere a questa obiezione, bisogna ricordare la frase seguente della prima lettera di San Paolo a Timoteo (2,4): “Dio vuole che tutti gli uomini siano salvati”. Dobbiamo concludere che se Dio vuole che tutti siano salvati, ciò deve essere possibile. Ma come? San Tommaso d’Aquino ritiene che se una persona conduce una buona vita, Dio lo guiderà alla Fede.

Aggiungiamo che se è possibile per ognuno ricevere la Fede, gli sarà possibile ricevere anche il battesimo: di acqua, di desiderio, o di sangue.

Non si può dire dunque che Dio è ingiusto o senza misericordia. Ma non è neanche il compito di un cattolico mettere in questione la Fede, neppure nel punto più piccolo, ed ancor meno creare una propria fede più adatta ai propri desideri o al mondo moderno. No, il compito del cattolico è di conoscere la Fede e di accettarla nella sua pienezza con fiducia e con grande umiltà.

 

III Gli Effetti del Battesimo

Ci sono due effetti del battesimo: il Carattere e la Grazia.

Il Carattere è un segno spirituale indelebile, nel senso che non si cancella più e non si ripete. Viene dato da tre sacramenti: il battesimo, la cresima, e l’ordine. Il carattere del battesimo ci fa membri di Gesù Cristo, figli di Dio Padre, templi dello Spirito Santo, ed eredi del Paradiso; ci rende cittadini della Chiesa e capaci di ricevere tutti i suoi beni, soprattutto gli altri sei sacramenti, essendo il battesimo la porta dei sacramenti:

Abbiamo già accennato che il battesimo lava o purifica l’anima dalla macchia del Peccato Originale. Aggiungiamo che il battesimo lava l’anima altrettanto dalla macchia dal peccato attuale (o personale), se il battezzato è già adulto e si penta dei suoi peccati. Come abbiamo anchegià detto sopra, un sacramento è un segno efficace: un segno che effettua ciò che significa. Il lavare la persona con l’acqua significa ed effettua il lavacro dell’anima dalla macchia del peccato. Questa dunque è la Grazia del battesimo, che non solo cancella tutti questi peccati, ma anche rimette tutta la pena per essi dovuta.