< Torna alla categoria

Transumanesimo

Cultura Cattolica16 Aprile 2018
Testo del video

Persino Jacques Testart, il biologo che permise la nascita del primo bimbo in provetta in Francia nel 1982, si è detto allarmato dallo sviluppo del transumanesimo. Lo rivela nel suo ultimo libro, Au péril de l’humain. Les promesses suicidaires des transhumanistes, scritto con la giornalista Agnès Rousseaux.

Il processo artificiale di evoluzione rapida della nostra specie, sognato dai fautori di tale dottrina, dovrebbe condurre prima del 2050 all’apparizione del post-umano, dotato di qualità eccezionali ed ancora sconosciute, sorta di eroi invincibili, intelligenze superiori ed esseri ibridi, vagheggiando l’immortalità. In realtà, il transumanesimo è il nuovo nome dell’eugenetica, come spiega Testart, che qui vediamo durante un suo intervento al Forum europeo di bioetica di tre anni fa.

Tecniche straordinarie, soprattutto nei campi della genetica, dell’informatica e della neurobiologia, si stanno sviluppano ad una velocità prima inimmaginabile e fanno pensare che tutto sia possibile. Ma, questo, è un grave errore. All’inizio, quest’illusione collettiva fu sottovalutata, sino a quando ci si è resi conto della sua diffusione ormai pressoché globale: Europa, Asia, Americhe.

Afferma Testart: «Nessun ricercatore francese sembra essere cosciente di contribuire al transumanesimo, in realtà l’inchiesta che abbiamo realizzato, mostra come i nostri laboratori vi lavorino come tutti gli altri». Sconcertante. La Francia ha anzi stanziato 1,5 miliardi di euro per sviluppare l’intelligenza artificiale, mentre col precedente governo promosse un piano di medicina genomica preventiva da 670 milioni di euro. Rispetto alle cifre che su questi stessi fronti stanno stanziando Stati Uniti e Cina, queste, non sono che le briciole. Tutte risorse che potrebbero essere ben più proficuamente destinate altrove.

Ma il transumanesimo sta già cambiando il modo di concepire noi stessi, gli altri e le macchine nel tentativo prometeico, faustiano e folle di strappare all’uomo l’anima e di porre al suo posto un cuore ed una mente d’acciaio (T.M.).

Da Facebook