< Torna alla categoria

Carne halal, il nuovo business alla faccia dell’integrazione

SVelata13 Dicembre 2019
Testo dell'audio

Non si tratta semplicemente di avvisaglie di un Occidente genuflesso all’islam, ma di una cultura che ha educato gli islamici in trasferta a trovare un mondo a loro misura. E questo pretendono di trovare a portata di mano. Halal – in arabo, lecito – è tutto ciò che è permesso secondo l’islam, in contrasto con ‘harām’, proibito, e nell’Ovest del mondo, è un affare. Un’industria che va ben al di là dei precetti islamici sulla macellazione della carne e che incorpora tutto, dai farmaci ai cosmetici, dai rossetti allo shampoo. I fast food che garantiscono l’assenza di carne di maiale, e poi le pizze, le linee di abbigliamento e i profumi. Il tutto per un giro d’affari che negli ultimi anni è stato in costante crescita. Un’oasi felice dell’economia mondiale che non si identifica con un Paese o con un settore, ma con una religione: quella islamica.

Da Facebook