< Torna alla categoria

Cos’è la Naprotechnology?

Diario di bioetica07 Gennaio 2020
Testo dell'audio

Per infertilità s’intende l’incapacità di ottenere una gravidanza con atti sessuali potenzialmente fecondi entro un periodo di tempo stabilito che, di solito, è di un anno. Le difficoltà a definire chiaramente questa condizione una malattia derivano dal fatto che essa è espressione di agenti eziologici diversi, talvolta sintomatici ma molto spesso asintomatici da un punto di vista clinico. Il fenomeno riguarda oggi in Europa il 15-20% delle coppie. In questa puntata, dopo una carrellata sulle principali cause di infertilità, distinguendo agenti chimici, agenti fisici e fattori biologici, si spiegherà in cosa consiste la medicina riproduttiva avviata da Thomas Hilgers e le principale differenze con le tecniche di fecondazione artificiale che non curano l’infertilità ma sostituiscono l’atto procreativo della coppia.

Da Facebook